La paura di non essere all’altezza

La paura: un sentimento di forte preoccupazione, di insicurezza e di angoscia che si avverte in presenza o al pensiero di pericoli reali o immaginari.

È sempre presente e non esiste un modo per sconfiggerla, ma nonostante l’immensità di aspetti negativi che comporta, delle volte, ci salva la vita.

Ci porta ad adottare dei comportamenti razionali e ci impedisce di correre incontro a pericoli imminenti.

Altre volte, invece, ci costringe a vivere rinchiusi in un mondo che non ci appartiene, un mondo che non ci eravamo sognati, un mondo fatto di catene che noi stessi abbiamo costruito.

Intrappolati in una zona comfort che alla fine, tanto comfort, non è.

Invidiamo chi ha il coraggio di essere se stesso, invidiamo chi ha il coraggio di prendersi la libertà di fare, di pensare, di parlare senza aver paura di ricevere qualche critica o qualche giudizio da parte di persone che mettono bocca dove non conoscono, dove non sanno.

Quando l’intelligenza tace, l’ignoranza parla.

Durante la fase dell’adolescenza si avverte continuamente la paura di ricevere giudizi, di essere criticati, di commettere errori, di rimamere escluso, di non riuscire a trovare degli amici.

È sempre presente la paura di non essere all’altezza.

Non esiste un modo per sconfiggere la paura, occorre prendere consapevolezza e cercare un modo per rendere questa paura, che tanto ci spaventa, innocente.

Avere paura è umano, ognuno di noi ha paura di qualcosa o qualcuno, non consideratevi deboli oppure vigliacchi, troppe paranoie non fanno bene nè al corpo, nè all’anima.

Ricordatevi che nessuno è perfetto, e andare alla ricerca di una perfezione che non esiste vi porterà a diventare qualcun altro con il fine di compiacere semplicemente qualcuno che ci fa sentire deboli per acquisire forza.

Cambiare noi stessi per chi ci fa sentire poco degni di appartenere ad un gruppo, non ne vale la pena.

Cambiare per piacere agli altri, quando il primo passo è accettarci per ciò che siamo, perchè siamo umani e la diversità che ci accumuna è meravogliosa.

E arrivati a questo punto, voglio raccontarvi una piccola parte della mia vita.

Ogni azione effettuata dagli altri e anche da parte mia hanno costituito un cambiamento radicale che mi ha portato, lentamente, ad accettarmi, perchè fare la differenza conta.

Non ero una ragazzina tanto solare, estroversa e sognatrice come lo sono adesso.

Ricordo, invece, che stavo molto sulle mie, ero introversa e insicura ma nonostante ciò mi piaceva conoscere nuove persone perchè riuscivo ad entrare in contatto con caratteri differenti dal mio, caratteri che erano ancora inesplorati.

Tutto proseguì bene fino ai tempi delle medie, momento in cui, inziai a sottovalutarmi come persona, la gente si divertiva il più delle volte a farmi sentire inferiore, in ogni momento della giornata cercavo di farmi accettare, senza tanto successo.

I giorni nel frattempo trascorsero, diedi tempo al tempo, ma le cose rimasero le stesse.

Non avevo ancora superato la fase dell’accettazione, ero troppo poco e valevo meno di zero.

Almeno era quello che volevano farmi credere.

Non nascondo che inizialmente cambiai, mi modulai a seconda del loro volere perchè colta da una profonda insicurezza che offuscava la mia poca determinazione, e così con il passare del tempo diventai il loro burattino.

Cosa si fa per essere accettati…

Venivo cercata quando servivo e lasciata in disparte per le questioni importanti perchè non ero considerata utile.

Continuò così per circa tre anni, dopodichè mi fermai a riflettere.

Così tante assenze scolastiche per sfiggure al mio destino, così tante bugie, così tante personalità.

Ero diventata la mia stessa nemica.

Presi consapevolezza di ciò che mi stava succedendo, mi svegliai da quello stato di trance in cui ero intrappolata e ripresi le redini della mia vita.

Ora governavo io, e se non ero abbastanza, significava che quelli sbagliati erano loro.

Iniziai un altro lungo processo di cambiamento e arrivata al mio obbiettivo decisi di accettarmi .

Ora sono diventata una persona solare, determinata, intraprendente, sicura di sè ed estroversa.

Mi accetto per quel che sono e cerco ogni giorno di migliorare me stessa come persona.

Non permettete mai alle persone di farvi sentire inferiori, di farvi sentire sbagliati o non all’altezza, non permettete mai a nessuno di dirvi ciò che dovete fare e finchè ne avete la possibilità siate ciò che siate, perchè prima o poi, qualcuno che vi accetta e vi rispetta per ciò che siete, lo troverete.

Ognuno di voi ha qualcosa di bello sia dentro che fuori e buttarsi giù per chi non è degno di farci sentire così non ne vale la pena.

E qui giungo alle conclusioni, comunque ho paura dei ragni e di tutti gli insetti in generale e sono claustrofobica.

Detto questo, sono curiosa, la vostra paura qual è?

Annunci

4 pensieri riguardo “La paura di non essere all’altezza

  1. Un bel articolo. Complimenti. Genuino e semplice da capire. La paura è uno stato mentale. Che al 90% dei casi, è trasmesso esternamente a noi. La paura non nasce dentro la nostra testa. Ma viene immagazzinata dentro la mente attraverso l’esterno. Per questo è un ottima cosa capire su cosa facciamo affidamento, e sopratutto liberare la nostra mente più e più volte al giorno. Comunque il tuo articolo mi è piaciuto. Continua…. un Abbraccio

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...